bla bla grafica

Carta da Parati personalizzata con stampa digitale, arte e design alla portata di tutti

Quando si parla di carta da parati probabilmente l'attenzione si focalizza nel periodo compreso tra gli anni 50 e gli anni 70, dove la rappresentazione di motivi e pattern tipici di quegli anni ben si confaceva al boom industriale dell'epoca.
L'abbassamento dei prezzi dovuto ai processi industriali di serie trasformava l'arte ed il design da pura ostentazione di ricchezza a culto di massa.

Nelle semplici tappezzerie domestiche di quegli anni si cela, però, qualcosa di più di una semplice stampa, l'irrinunciabile desiderio e vocazione dell'uomo a dover rappresentare qualcosa di più alto ed etereo.
La storia dell'home design è vecchia quanto la storia dell'uomo, e la carta da parati non è altro che il frutto di un cammino evolutivo iniziato durante le prime rappresentazioni rupestri, dove nelle caverne abitate venivano rappresentate scene di vita e arcaiche illustrazioni.

La nascita della prima carta da parati risale al I secolo a.C. ad opera della Cina dove la decorazione manuale ad opera di artigiani artisti, tutt'oggi, rappresenta una vera e propria forma d'arte.

La diffusione delle tappezzerie in carta nell'occidente risale alla seconda metà del 1400.
In europa i primi esemplari di carta da parati venivano stampati con gli stessi processi utilizzati all'epoca per la stampa tipografica, utilizzando, per le riproduzioni geometriche, uno o più blocchi di legno incisi sui quali veniva applicato il colore e, per motivi decorativi, appositi stencil riutilizzabili.

Nella prima metà del novecento la carta da parati vive un vero e proprio boom, artisti e designer affermati trovano ampia ispirazione nell'idea di modernità e innovazione cavalcata da movimenti culturali ed artistici quali il cubismo e il futurismo utilizzando largamente i concetti propri di tali movimenti sulle riproduzioni in carta da parati.
 



Oggi è tempo di scrivere un nuovo capitolo nella storia della carta da parati.

Il 900 ha visto protagonisti pochi famosi grafici e designer nella realizzazione di interessanti trame ed orditure grafiche da applicare su parete, oggi, grazie all'uso diffuso della stampa digitale e all'utilizzo di materiali innovativi non si è più semplici spettatori di una rappresentazione altrui ma attori completi nella realizzazione del proprio design.
La stampa digitale è il fulcro di una nuova piccola rivoluzione artistica e culturale, solo pochi anni fa era impensabile poter relizzare un proprio prodotto decorativo se non a fronte di grandi costi. 
La diffusione capillare di strumenti informatici permette, con uno sforzo minimo, di poter creare la propria arte e concretizzare le proprie idee mentre i costi accessibili della stampa digitale permettono di poter sperimentare con facilità e con bassi investimenti.
 

Le Carte da Parati Stampabili

Le carte più comuni oggi sul mercato dei prodotti stampabili sono principalmente di 2 tipologie, quelle 100% in materiale cartaceo e quelle a base tnt o materiali sintetici, mentre le superfici di stampa sono raggruppabili in  4 gruppi.

Le Finiture maggiormante utilizzate

Carta da parati Lisse, effetto liscio
E' una carta completamente liscia, all'apparenza patinata con una resa dei colori di alta qualità con tonalità brillanti. 

Carta da parati Sable effetto sabbia 
Carta leggermente ruvida con ottima resa dei colori. La lieve granularità della superficie riproduce al tatto la sensazione di una finitura murale. 

Carta da parati Lin effetto tela
La carta da parati lin ha una superficie con una trama che ricorda una tela artistica, particolarmente indicata per creare carte da parati artistiche.

Carta da parati dune effetto striato
E' una carta con una superficie ruvida ed irregolare che dona matericità alle proprie idee

Un'attenzione particolare va riservata alla scelta della tecnologia di stampa utilizzata per la produzione delle carte, il mercato attuale permette di effettuare il processo con differenti metodologie, stampa ad acqua, stampa a solvente, stampa UV e stampa Latex.
Ogni tipologia di stampa va valutata analizzandone gli aspetti negativi e positivi ma è di primaria importanza l'analisi della tossocità residua sul prodotto finito.
A tal riguardo andrebbero scartate le produzioni con tecnologia a solvente che, seppur in minima parte, tendono a lasciare sostanze volatili sulla stampa.
La tecnologia di stampa più indicata per una riproduzione di alta qualità e completa atossicità è la stampa Latex.


Applicazione della carta da parati




L'applicazione della carta da parati può essere effettuata anche da persone meno esperte e non  ecessariamente da un imbianchino o da un professionista. 

Per l'applicazione è necessario seguire pochi semplici passaggi.

Prima di procedere è fondamentale ripulire con attenzione le pareti su cui si vuole applicare la carta, rendere la superficie liscia eliminando escrescenze e gravi irregolarità. 

E' necessario scegliere la colla in base alla grammatura della carta che si vuole applicare, solitamente l'informazione è disponibile sulla confezione della della colla. 

Tagliare la carta secondo la misura della parete di applicazione ma mantenere alcuni cm di margine di sicurezza da rifilare alla fine del lavoro.

Disporre la colla sulla superficie posteriore della carta da parati e lasciarla assorbire per qualche minuto. 

Per le carte in tnt e materiali sintetici è necessario preparare la parete passando una mano di colla.

Applicare la carta alla parete, dall'alto verso il basso posizionando verticalmente il foglio con l'ausilio di un filo e piombo comunemente usato nei lavori di muratura. Il corretto allineamento verticale del primo foglio è fondamentale per la riuscita dell'intera applicazione. 

Appurare che la striscia di carta da parati sia stata attaccata correttamente, eventuali irregolarità o bolle possono essere sistemate mediante l'ausilio di un rullo o di una spazzola facendo attenzione a non rovinare la stampa. 

Posizionare i fogli successivi avendo cura di far combaciare il motivo stampato.
 

TAGS
POTREBBERO INTERESSARTI